RACCOLTA FONDI

GUARDIAMO AL FUTURO
È stata dura, anzi, durissima, ma siamo tornati!
L’emergenza ha messo in ginocchio tutto il paese e poi, ci siamo noi che con minime risorse viviamo per aiutare chi ha bisogno. Questa missione, però, per quanto sia la sfida più bella che abbiamo mai intrapreso, necessita di un costante sostegno.
Siamo una realtà piccola che tutti i giorni si mette in gioco con un unico grande obiettivo, rendere più facile la quotidianità di tutte le persone con disabilità visiva. Adesso, come non mai, per continuare a essere una presenza importante sul territorio, abbiamo bisogno del tuo aiuto. Da oggi è aperta una raccolta fondi che ci consentirà di ripartire con tutto l’entusiasmo del mondo, ma per farlo ti chiediamo un piccolo contributo, anche l’equivalente di un caffè. AIUTACI A RIPARTIRE!

ENTRA A GUARDARE LA RACCOLTA FONDI NEL LINK QUI SOTTO:

https://www.gofundme.com/f/guardiamo-al-futuro?member=&utm_medium=email&utm_source=customer&utm_campaign=p_email%2Binvitesupporters

COMUNICAZIONE URGENTE AI SOCI

Carissimi amici e soci È con grande dispiacere che vi comunichiamo, dopo settimane in cui siamo rimasti aperti provando a garantire continuità al nostro lavoro, che la sede dell’UICI di Chiavari rimarrà chiusa fino a data da destinarsi a causa dell’emergenza sanitaria Coronavirus. Tuttavia, non volendo lasciare soli i nostri soci, la nostra segretaria Anna e tutto il Consiglio vi invitano ad essere contattati sui loro telefoni personali in qualsiasi caso di bisogno. Vogliamo, inoltre, ricordare a tutti voi di seguire le indicazioni del Governo e di rimanere a casa. Siamo molto dispiaciuti e speriamo che questo difficile momento passi velocemente, in modo da tornare ad abbracciarci più forti e uniti di prima. ❤🌈#uicichiavari #iorestoacasa

ASSEMBLEA SOCIALE 19 APRILE 2020

Si comunica che Domenica 19  Aprile 2020 si svolgerà l’Assemblea dei Soci della Sezione Territoriale di Chiavari dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS – APS, nel corso della quale, oltre all’approvazione del Bilancio consuntivo 2019 e della relativa relazione morale, si procederà anche all’elezione dei componenti del Consiglio Sezionale, di un componente del Consiglio Regionale e di un Delegato al XXIV Congresso Nazionale. Partecipate numerosi!!

ASSEMBLEA RINVIATA CAUSA EMERGENZA SANITARIA

GIORNATA MONDIALE DELLA VISTA 2019

In occasione della Giornata Mondiale della Vista 2019  l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Chiavari organizza due giornate gratuite di prevenzione aperte a tutta la cittadinanza .

Sarà possibile, infatti, sottoporsi ad uno screening visivo direttamente nei locali della nostra Sezione – Via Sambuceti 22/3

L’iniziativa si svolgerà Giovedì 10 ottobre dalle ore 14 alle ore 17 e Venerdì 11 ottobre dalle ore 10 alle ore 13.

Per prenotare il proprio posto chiamare al nr 0185307650 oppure inviare una e-mail all’indirizzo uicchi@uiciechi.it

Difendiamo la nostra vista, facciamoci vedere!!!

FERIE ESTIVE

CARI SOCI! LA SEZIONE RESTERA’ CHIUSA PER LE FERIE ESTIVE DA LUNEDI’ 12 AGOSTO 2019 A VENERDI’ 30 AGOSTO 2019 CI RITROVEREMO LUNEDI’ 2 SETTEMBRE 2019 CON GRANDI NOVITA’!

BUONE FERIE A TUTTI!!

VERBALE ASSEMBLEA SOCIALE DEL 13 APRILE 2019

VERBALE ASSEMBLEA ORDINARIA DELLA SEZIONE TERRITORIALE DI CHIAVARI

L’anno 2019 il giorno 13 del mese di Aprile alle ore 10:20, presso il i Volontari del soccorso S. Anna a Rapallo in Via Arpinati, espressamente convocata come da nota prot. n 10/2019, si è riunita in via ordinaria in seconda convocazione l’Assemblea della Sezione territoriale di Chiavari dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus, per trattare e deliberare sul seguente

ORDINE DEL GIORNO

  1. Nomina del Presidente, del Vice Presidente,  della segretaria

      dell’Assemblea e dei  tre Questori vedenti

  • Lettura ed approvazione  del Bilancio consuntivo anno 2018 con relativa  

      relazione morale

  • Dibattito e discussione
  • Varie ed eventuali

Sono presenti: il Presidente di Sezione Pagliettini Nicolò, la Vice Presidente Minerva Cristina e il consiglio Sezionale composto da : Russo William, Cordani Eugenia, Azzimonti Romolo, Luciano Lanfranchi e Zerbone Noemi.

Sono presenti n. 24 soci regolarmente iscritti alla Sezione.

Il Presidente Sezionale, constatata la regolarità della convocazione e della riunione, dichiara aperta la seduta alle ore 10:20 e dà inizio ai lavori assembleari certificando, sotto la propria responsabilità, l’elenco dei Soci in regola con il tesseramento e aventi diritto al voto in base alla documentazione agli atti della Sezione (copia dell’elenco degli aventi diritto al voto è allegata al presente verbale, ai sensi dell’art. 19, commi 1 e 8, del Regolamento Generale e ne costituisce parte integrante).

Presenzia ai lavori assembleari, in qualità di delegato del Presidente Nazionale, il Presidente regionale Arturo Vivaldi.

Si passa al punto 1 all’ordine del giorno: elezione a scrutinio palese del Presidente, del Vice Presidente dell’Assemblea e della segretaria.

Il Presidente Sezionale, dopo aver ringraziato i volontari del soccorso S. Anna che ci ospitano e, tutti i presenti per la numerosa partecipazione, propone come piacevole consuetudine di eleggere il Presidente Regionale Arturo Vivaldi come Presidente dell’Assemblea.

L’Assemblea approva all’unanimità.

Il Presidente dell’Assemblea Arturo Vivaldi ringrazia tutti e si dichiara orgoglioso di essere qui, per lui è una grande gioia partecipare nella sezione di Chiavari, ed è una grande opportunità perché grazie anche al lavoro di Nicolò e Cristina abbiamo preso in mano una situazione pericolante in cui si è trovata l’anno passato la sezione, ma questa è stata salvata e, grazie al rapporto vivo con i soci e con il territorio, e alle iniziative innovative che svolge, è considerata un fiore all’occhiello tra le sezioni; per questo esorta i soci a stare vicini e sostenere sempre questo consiglio che svolge un lavoro meraviglioso.

Arturo inoltre rinnova la sua stima verso Nicolò Pagliettini, che è una persona molto preparata, e ha avuto il coraggio di mettersi in gioco, rappresenta oggi un forte punto di riferimento per i ragazzi della sua età e per tutti i soci. Inoltre Arturo ringrazia anche Cristina Minerva che è una delle persone su cui più può contare; il prossimo anno ci sarà il centenario dell’Unione che si svolgerà a Genova; il Consiglio Regionale si sta impegnando affinchè da Gennaio a Settembre si svolgano una serie di attività nelle varie sezioni co-organizzate con il Regionale, per fare conoscere tutto ciò che è stato fatto in questi anni; a tal proposito riconosce la grande importanza del concorso di Audionarrativa ideato da Cristina Minerva, che sarà potenziato, ed è una cartina tornasole del rapporto della nostra associazione con i ragazzi che sono il nostro futuro, e rappresenta un passo importantissimo per la nostra integrazione.  Dopodichè Arturo ringrazia tutti e procede alla nomina di Olivieri Maria Grazia come Vice Presidente dell’Assemblea; Maria Grazia ringrazia ed è molto onorata di questa scelta, lei dice che è molto legata all’Unione che le ha dato e le dà sempre tanto.

L’Assemblea approva all’unanimità.

Poi interviene Cristina Minerva ringraziando per le parole di Arturo e, per l’applauso, e dichiara che lei sente l’unione come la propria seconda famiglia, l’unione ci rende realmente vivi e partecipi all’interno della società perché fuori dall’unione si è soli, tramite essa ci siamo emancipati; racconta che quando qualche anno fa ha deciso di lasciare il posto da presidente, prima della scadenza del suo mandato, aveva intravisto in Nicolò Pagliettini grandi potenzialità e la risposta ai nostri bisogni più duri, siamo fortunati ad averlo e lei si concede il merito di avere avuto una grande intuizione.

Arturo Vivaldi poi nomina come segretaria dell’Assemblea Anna Tedone.

Per la conta dei voti il Presidente designa le seguenti persone vedenti: Titta Arpe, Daphne Cosentino e Houda El Farissi.

L’Assemblea approva all’unanimità.

Arturo prima di tutto ringrazia Titta Arpe che sta traducendo l’assemblea in LIS per la nostra socia sordo-cieca Graziella Andrei, e questo rappresenta un grandissimo segno di integrazione, poi ringrazia il maestro Luciano Lanfranchi, che definisce la mente più giovane che abbia mai conosciuto all’interno dell’unione e una delle persone migliori.

Si passa quindi alla trattazione del punto 2 all’ordine del giorno: lettura ed approvazione del Bilancio consuntivo anno 2018 con relativa  relazione morale del Presidente.

Arturo dà pertanto la parola a Nicolò Pagliettini, il quale spiega che la nostra sezione, dopo un periodo di due o tre anni senza segretaria, l’anno scorso ha potuto assumere Franca Marsili (che poi si è dovuta licenziare per motivi personali, sostituita successivamente da Anna Tedone), grazie alla richiesta del contributo alla sede, ottenuto tramite il bando di solidarietà nel quale abbiamo spiegato i motivi della necessità di avere un’impiegata fissa, questo progetto è andato a buon fine e per tutto l’anno abbiamo avuto lo stipendio dell’impiegata pagato, ma questi soldi materialmente sono arrivati a Dicembre 2017, di conseguenza dal punto di vista contabile per il 2018 è come se l’impiegata l’avessimo pagata di tasca nostra; è ovviamente solo una questione contabile perché se il contributo ci fosse stato versato a Gennaio 2018 il Bilancio non si sarebbe chiuso con una perdita.

Arturo Vivaldi interrompe un attimo la lettura del Bilancio e per questioni di tempistiche dà la parola ai rappresentanti della Generali Assicurazioni che sono stati invitati ed intervengono per spiegare la convenzione che la sezione ha stipulato con questa agenzia. Nicolò spiega che da qualche mese abbiamo stretto un rapporto di fiducia con loro, con i quali abbiamo intrapreso anche degli investimenti; interviene Simone Azzimonti che saluta ringrazia, e passa la parola al responsabile commerciale della Agenzia Generali di Corso Garibaldi il Sig. Cafferata Andrea; lui ringrazia la sezione per questo rapporto che si è avviato, è stato un incontro positivo che ci ha dato tanto a livello personale, e si spera che questo percorso sia lungo e che possa essere di aiuto per tutti quanti, Simone sarà il nostro referente per le consulenze e per soddisfare le esigenze di ognuno, Cafferata esorta a sfruttare la consulenza per far sì che questa convenzione diventi produttiva e vantaggiosa; Nicolò chiede,  per entrare nello specifico, come si può avviare questa consulenza, Cafferata risponde che essendo iscritti ad un’associazione loro hanno la necessità di avere un’autorizzazione a trattare i dati della privacy per essere contattati telefonicamente per fissare un eventuale appuntamento per una consulenza, estesa anche ai familiari e conviventi dei soci, la consulenza si avvale per tutto ciò che riguarda tutti gli ambiti della persona, dei beni, tutela personale, tutela di risparmio o soluzioni pratiche sui patrimoni etc.. Simone Azzimonti rimane a disposizione fino a fine assemblea per eventuali chiarimenti e/o informazioni da dare ai soci.

Dopo questa parentesi e dopo la premessa di Nicolò riguardo il Bilancio, la segretaria illustra ai soci il Bilancio consuntivo dell’anno 2018 , già reso disponibile ai soci ai sensi dell’art. 19, commi 5 e 6, del Regolamento Generale.

Si apre il dibattito e si registrano i seguenti interventi:

Nicolò richiama l’attenzione chiedendo quali sono stati i contributi del settore pubblico per il 2018, e da come si evince dal Bilancio sono stati purtroppo davvero pochi. Poi interviene la socia Elda Gallo la quale chiede se per lo stipendio della segretaria è stato richiesto il contributo per il 2019, Nicolò risponde che quest’anno non abbiamo aderito al bando per dimostrare alla sede centrale, a causa del rischio di chiusura della sezione, che la stessa poteva andare avanti con le proprie forze; ma per il 2020 il contributo verrà nuovamente richiesto; questo farà sì che nel corso del 2019 dovremmo far in modo di far confluire in maniera positiva tutte le nostre azioni per arrivare a chiudere il bilancio in attivo, comunque quest’anno siamo già partiti molto meglio, già a Gennaio il comune di Chiavari ci ha versato 3000,00 Euro, e abbiamo in atto qualche progetto che può aiutarci; abbiamo riscontrato anche una maggiore apertura da parte della amministrazione chiavarese per aiutarci a finanziare determinate iniziative, come ad esempio l’acquisto dei macchinari per fare prevenzione nelle scuole, una spesa di questo tipo si aggira intorno ai 10.000 Euro; in questo senso anche la Direttrice della Asl 4 ci ha garantito che metterà a disposizione il suo personale per poter fare una volta al mese questa attività, e questo è motivo di orgoglio. Elda Gallo chiede se i 15.000 euro del fondo di solidarietà sono comprensivi dei contributi del contratto della segretaria e Nicolò risponde di Sì.

Arturo Vivaldi interviene spiegando che salvare la sezione di Chiavari non è stato facile, è stato un lavoro continuo e sinergico voluto fortemente dal Consiglio regionale, è stata pertanto una strategia concordata, in molte altre parti le sezioni sono state chiuse ma in questo caso si è dovuto spiegare molto bene il lavoro che si svolge sul territorio, la Liguria è una Regione che presenta problematiche diverse; purtroppo per quanto riguarda i contributi il futuro non promette niente di buono e in futuro dovremo essere molto bravi a puntare soprattutto sulla prevenzione, che è fondamentale, e grazie al lavoro che faremo il suo sogno sarà quello di calamitare l’attenzione degli sponsor su queste opere di prevenzione.

Poi viene letta dalla segretaria la relazione morale dell’anno 2018.

Dopo la lettura prende la parola Nicolò Pagliettini che ringrazia tutti i soci spiegando che non è stato un anno facile, l’incognita della possibile chiusura ha fatto sì che non si potessero portare avanti troppi progetti a lungo termine perché anche dal punto di vista degli investimenti la paura di non restare aperti ti porta a farti tante domande e riflessioni, e la cosa che l’ha emozionato di più è stato quando ai soci è stato richiesto di fare i videomessaggi per testimoniare l’importanza dell’unione e questo progetto è stato fatto in concomitanza con l’inizio del servizio civile; è stato molto importante per far capire ai ragazzi, che non conoscevano questa realtà, cosa vuol dire fare parte di questa grande famiglia; un’altra cosa che è stata molto importante è stato il sostegno da parte delle altre sezioni, soprattutto Genova, che avrebbe avuto tutto l’interesse ad inglobarci, ma ci ha sostenuto attivamente.

Dopodichè riprende la parola Arturo Vivaldi il quale, emozionato, spiega che è arrivato il momento di premiare una persona molto importante, un operatore dell’Unione fondamentale che si spende totalmente per noi, oltreché essere diventato un amico: Romolo Azzimonti. Arturo consegna a Romolo una targa promossa dalla sezione di Chiavari con il Consiglio regionale,  che lui legge con molta emozione e ringrazia tutti, è stata una bella sorpresa. Prende la parola Cristina Minerva la quale racconta che Romolo quando ha cominciato questo percorso aveva paura ed era titubante ma ora lo svolge con una generosità infinita e anche lei ringrazia per questa bella sorpresa.

Dopo questa piacevole parentesi Arturo Vivaldi esorta i presenti a fare domande e chiedere eventuali chiarimenti riguardo il bilancio e la relazione.

Interviene Andrei Graziella, la socia sordo-cieca tradotta da Titta Arpe,  dicendo che ha ascoltato con piacere la relazione e il bilancio ed è stupefatta della positività che esce fuori dal nostro lavoro, lei abita a Carrara e chiede: nel caso volesse andare presso la sezione di Carrara per esigenze, visto che è socia a Chiavari, se né ha il diritto, risponde Arturo che assolutamente lo può fare anzi se dovesse succedere di incontrare problemi in questo senso di informarci perché lei ne ha tutto il diritto.

Alza la mano la socia Mirci Stefania la quale prende la parola per ringraziare la sezione, perché ha avuto una bruttissima situazione vessatoria sul lavoro, ma grazie al supporto dell’unione è riuscita a superare questo brutto momento, a lei piace molto la sezione di Chiavari, ha avuto esperienza di essere socia in un’altra sezione più grande ma non si è sentita così accolta come a Chiavari, ringrazia molto.

Interviene poi il socio Emanuele Sussarello, che si complimenta con l’unione per il lavoro che fa ogni giorno e per le attività che organizza, lui si è molto affezionato a tutti, ed è anche diventato molto amico dei ragazzi del servizio civile.

Poi interviene la socia Scazzina Maria Cristina che chiede se fosse possibile organizzare una dimostrazione per conoscere i video ingranditori della Tiflosystem, Nicolò risponde che assolutamente si farà, sperando di poterla fare sul nostro terrazzo non appena si concluderanno i lavori, in caso contrario si potrebbe anche richiedere l’utilizzo di questa sala dei volontari di Rapallo che sono sempre molto disponibili; dopodiché Nicolò ringrazia la socia Scazzina dicendo che lei è socia dell’unione da poco tempo e, oltreché essere una donna con una grande vitalità e coraggio, è una persona che chiede sempre informazioni, che non ha paura di proporre e di mettersi in gioco, è sempre molto interessata e curiosa e questo per noi è molto stimolante ed è bello sapere di poterle essere d’aiuto, cosa che vorremmo fosse per tutti i soci; lei ringrazia tutti e spiega che lei è originaria di Lodi ma si è fermata a vivere a Rapallo perché ha trovato nell’unione una seconda famiglia.

Interviene Cristina Minerva spiegando che la cosa più importante è andare contro le proprie titubanze e imparare a chiedere senza paura, noi siamo qui proprio per risolvere i problemi dei soci che sono comuni. Nicolò esorta i soci a venire in unione quando vogliono anche per chiedere le cose più semplici e di vita quotidiana.

Arturo Vivaldi riunisce poi i soci  in un applauso comune per tutte le persone che aiutano e ruotano intorno all’Unione ma anche per tutti soci che sono venuti a mancare nell’ultimo anno, in particolare Enzo Baglini, Presidente di Savona negli ultimi anni, una grande persona che ha fatto tanto per l’Unione.

Poi interviene la socia Capasso Rosaria la quale chiede se, in vista del congresso del centenario del prossimo anno, è previsto un progetto a livello regionale, come è stato proposto in altre regioni di raccontare la storia dell’Unione della propria Regione, perché Chiavari come sezione ha una grande storia degna di essere raccontata; risponde Arturo e spiega che i momenti saranno due: il primo organizzato dal Consiglio regionale in collaborazione con le sezioni con cui faremo una serie di attività organizzate in modo da coprire tutto l’anno; per quanto riguarda il nazionale è stato fortemente voluto che il congresso si svolgesse a Genova, proprio dove tutto è cominciato, per adesso l’unica cosa certa è che si farà la serata finale del 24/10/2019 al Carlo Felice con la partecipazione di Andrea Bocelli, un altro progetto iniziale era quello di fare la crociera toccando i vari porti da Palermo con conclusione a Genova per divulgare l’importanza dell’unione, la sua storia e tutto ciò che si è fatto negli anni, purtroppo è un progetto troppo impegnativo e dispendioso quindi probabilmente non si potrà farà; per quanto riguarda le attività ogni regione farà le sue, e sarebbe importante che questa proposta della storia potesse partire proprio da Chiavari per poi portarlo a livello nazionale, Chiavari ha una grande storia, ha avuto importanti presidenti e l’idea proposta dalla socia verrà appoggiata dal Consiglio regionale se vorremo portarla avanti.

Conclusi gli interventi, viene adottata la seguente

Deliberazione n.  1

Oggetto: Relazione Morale 2018 – Bilancio Consuntivo 2018 – Approvazione.

L’Assemblea della Sezione territoriale UICI di Chiavari

Preso atto:

della proposta di Bilancio Consuntivo per l’esercizio finanziario 2018 presentata dal Consiglio Sezionale,

resa disponibile ai soci ai sensi dell’art. 19, commi 5 e 6, del Regolamento Generale;

Udita:

la relazione morale per l’anno 2018 del Presidente Nicolò Pagliettini,

delibera

1)         di approvare la Relazione per l’anno 2018 nel testo seguente:

all’unanimità

2)         di approvare il bilancio consuntivo dell’esercizio finanziario 2018 nella seguente formulazione:

all’unanimità

Il provvedimento, messo ai voti per alzata di mano, viene approvato con i seguenti voti:

Favorevoli 24

Contrari 0

Astenuti 0

Nicolò Pagliettini chiede poi ai soci se ha fatto piacere ricevere la convocazione anche in Braille, e se per la prossima volta facesse piacere riceverla ancora, molti soci hanno risposto complimentandosi, accogliendo la proposta di buon grado.

Dopodichè spiega che è iniziato il corso di inglese, su richiesta di alcuni soci che sta riscuotendo un buon interesse, per adesso è una prova che stiamo portando avanti prima della pausa estiva e per chi non ne fosse ancora a conoscenza e fosse interessato le iscrizioni sono aperte, poi passa la parola all’insegnante Cristina Carrino, la quale ringrazia e si presenta, poi spiega che il corso si svolge al giovedì mattina dalle 10 alle 12 e le lezioni si stanno svolgendo con l’intento di arrivare a settembre a conversare un pò in inglese, è molto contenta e spera che i partecipanti siano soddisfatti ed esorta chi fosse interessato a partecipare.

Poi Nicolò spiega che, a seguito del successo dell’esperienza di Pet Therapy con gli asinelli fatta a Santa Margherita il 29 Marzo scorso, stiamo organizzando un’altra gita questa volta ad Andora con i cavalli, si tratta di una fattoria dove si starà a contatto con gli animali e si pranzerà all’aperto; probabilmente si svolgerà a Maggio in un giorno in settimana per avere l’agriturismo a nostra disposizione, quindi contatteremo al  più presto i soci per raccogliere le adesioni.

Poi Nicolò reintroduce il progetto prevenzione nelle scuole, spiegando che Arturo ci ha già fornito i nominativi delle persone che ci hanno mandato dei preventivi per l’acquisto di tutti quei macchinari che ci permetteranno di fare prevenzione nelle scuole, tra l’altro l’Assessore ai servizi sociali di Chiavari Fiammetta Maggio, che oggi non ha potuto partecipare all’assemblea, è molto sensibile all’argomento, in quanto ha un figlio di 12 anni con un problema di maculopatia diagnosticata purtroppo in maniera errata e troppo tardi, quindi la prevenzione nelle scuole è davvero di fondamentale importanza, e il comune ha garantito che pagheranno tutti i macchinari per permetterci di fornire un servizio attivo.

Arturo Vivaldi porta i saluti del Presidente Mario Barbuto e di Eugenio Saltarel, che purtroppo non ha potuto partecipare anche se avrebbe voluto vivamente; poi informa del fatto che come consiglio regionale abbiamo inaugurato i consigli itineranti nelle varie sezioni; la prima è stata fatta a Savona, è stata una bella esperienza e la prossima forse si farà proprio a Chiavari.

Inoltre Arturo racconta che dopo un lavoro estenuante e un forte pressing con la Regione,  forse si riuscirà a far partire prossimamente un corso da centralinisti, è stato un lavoro duro perché in questi anni sono cambiate molte cose burocraticamente, quando c’erano le province lo facevano autonomamente e l’unione aveva l’unico compito di cercare i partecipanti, adesso abbiamo dovuto reinventarci parte attiva nel costruire i corsi perché le province non ci sono più, bisogna trovare i fondi per farli ed è una cosa nuova, abbiamo avuto una riunione coi capigruppo politici e forse ci siamo riusciti, ci è stata anche garantita una corsia preferenziale  per i prossimi bandi europei per riuscire a rifare un corso simile a quello effettuato nel 2015, dove oltre al corso da centralinista si può parlare di corsi equipollenti così che anche chi è già collocato possa fare un passo in avanti per degli avanzamenti.

Arturo aggiunge che si sta lavorando per far rimanere tutte le sezioni aperte, la nostra forza è sempre stata la capillarità, è un punto importante da cui partire, ma abbiamo anche bisogno di rinnovare il modo di fare associazione, qui a Chiavari è più facile ma da altre parti è molto più complesso a causa di un certo tipo di mentalità assistenzialistica che non ha più senso avere; purtroppo i fondi che arrivano dal pubblico sono davvero pochi e ci sono altre strade da percorrere, il centenario del 2020 sarà una bella vetrina perché metterà l’Unione al centro dell’opinione pubblica in tutto l’arco dell’anno, quindi dovremo dimostrare quello che valiamo.

Infine interviene il socio Luciano Lanfranchi il quale dice che lui ha sempre sostenuto che l’Unione “va criticata ma mai abbandonata” e soprattutto alcune volte bisogna collaborare  in qualcosa che sappiamo che è utile anche se non ci piace più di tanto o apparentemente non ci interessa, perché l’unione va sostenuta sempre, il fatto che l’abbia organizzato l’unione deve essere sempre presa in considerazione perché è come se fossimo in famiglia. Poi Luciano Lanfranchi pone ad Arturo il problema del costo elevato dei teatri, nella maggior parte dei teatri solo l’accompagnatore non paga quindi una persona si ritrova a dover pagare sostanzialmente un biglietto intero per poter essere accompagnato; Nicolò spiega che non c’è una legge nazionale che regolamenta i teatri e il prezzo è a loro discrezione, per questo si dovrebbe fare un progetto con i vari teatri, Nicolò poi concorde su quello che ha detto Luciano, si ricollega al discorso precedente raccontando che lui stesso ultimamente ha organizzato una serata un gruppo per seguire una partita di calcio, che sicuramente non a tutti può interessare, ma lui queste cose tiene ad organizzarle per due motivi: il primo è sicuramente un fattore di aggregazione sociale, per divertirsi e vivere un’esperienza diversa..il secondo motivo perché sono tutti eventi un po’ particolari che hanno una risonanza mediatica molto importante e fanno sì che i media parlino di noi  e  questo è molto importante perché dà la possibilità a tutti di conoscere la nostra realtà e magari c’è chi ha familiari con problemi o difficoltà visive e non sa a chi rivolgersi, a testimonianza di questo sottolinea che la nostra associazione grazie a questo evento della partita Entella-Siena è uscita sulla Gazzetta dello sport. Luciano Lanfranchi poi ribadisce che chi frequenta abitualmente il teatro sa che tutti i teatri d’Italia hanno dei prezzi esorbitanti tranne la Scala di Milano, Arturo Vivaldi suggerisce, essendo la maggior parte dei teatri di proprietà dei comuni, di chiedere un’audizione al Presidente dell’Anci Ligure per trattare e provare a fare una convenzione con loro, perché non essendoci una legge nazionale in merito bisogna necessariamente agire sulla regione. Infine Arturo racconta che come consiglio regionale stanno lavorando per una messa in accessibilità totale al Palazzo Ducale, stanno lavorando col Presidente della fondazione Luca Bizzarri e con la direttrice Serena Bertolucci che sono entusiasti, e stanno cercando i finanziamenti, lui è molto ottimista per questo progetto e sembra possa riuscire ad andare in porto. Infine interviene Cristina Minerva ricordando che sabato 11 Maggio alle ore 10 presso l’Auditorium di Chiavari ci sarà la premiazione del concorso di Audionarrativa, che è giunto alla sua sesta edizione e, come ogni anno ha riscosso una grande successo e una calorosa partecipazione.

Il Presidente dell’Assemblea, ringrazia tutti e rilevato che sono stati esauriti gli argomenti all’ordine del giorno, dichiara chiusi i lavori assembleari alle ore 12.00.

Firma il Presidente dell’Assemblea

Firma il Segretario dell’Assemblea

(triplice copia)

VERBALE ASSEMBLEA SOCIALE DEL 24/11/2018

VERBALE ASSEMBLEA ORDINARIA DELLA SEZIONE TERRITORIALE DI CHIAVARI

L’anno 2018 il giorno 24 del mese di Novembre alle ore 10:00, presso il Grancaffè Defilla di Chiavari, espressamente convocata come da nota prot. n 68/2018, si è riunita in via ordinaria in seconda convocazione l’Assemblea della Sezione territoriale di Chiavari dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus, per trattare e deliberare sul seguente

ORDINE DEL GIORNO

  1. elezione a scrutinio palese del Presidente, del Vice Presidente,  della segretaria

      dell’Assemblea e dei  tre Questori vedenti

  • lettura ed approvazione  del Bilancio preventivo anno 2019 con relativa  

      relazione programmatica

  • dibattito e discussione
  • varie ed eventuali

Sono presenti: il Presidente di Sezione Pagliettini Nicolò, la Vice Presidente Minerva Cristina e il consiglio Sezionale composto da : Russo William, Cordani Eugenia, Azzimonti Romolo e Luciano Lanfranchi.

Sono presenti n. 19 soci regolarmente iscritti alla Sezione.

Il Presidente Sezionale, constatata la regolarità della convocazione e della riunione, dichiara aperta la seduta alle ore 10:00 e dà inizio ai lavori assembleari certificando, sotto la propria responsabilità, l’elenco dei Soci in regola con il tesseramento e aventi diritto al voto in base alla documentazione agli atti della Sezione (copia dell’elenco degli aventi diritto al voto è allegata al presente verbale, ai sensi dell’art. 19, commi 1 e 8, del Regolamento Generale e ne costituisce parte integrante).

Presenzia ai lavori assembleari, in qualità di delegato del Presidente Nazionale, il Presidente regionale Arturo Vivaldi.

Si passa al punto 1 all’ordine del giorno: elezione a scrutinio palese del Presidente, del Vice Presidente dell’Assemblea e della segretaria.

Il Presidente Sezionale propone come piacevole consuetudine di eleggere Arturo Vivaldi come Presidente dell’Assemblea.

L’Assemblea approva all’unanimità.

Il Presidente dell’Assemblea Arturo Vivaldi si dichiara orgoglioso e affezionato alla sezione di Chiavari, sentendosi molto vicino per il percorso di ricostruzione che è stato avviato insieme, dichiara che viene sviluppato in questa piccola sezione un lavoro importante che dovrebbe essere messo d’esempio. Ringrazia tutti ed è orgoglioso di comunicare che con la nostra sezione è stata vinta una battaglia con il lavoro di tutti, con un’estenuante lavoro del Consiglio e a livello nazionale, c’è stato anche dato un grande aiuto da Luca Garibaldi, Consigliere regionale, che nel momento in cui eravamo in difficoltà con la sede Roma si è esposto in prima persona e probabilmente passerà in assemblea per farsi conoscere; grazie a tutto ciò si è scongiurata l’ipotesi di far chiudere la sezione che si era ventilata nei mesi passati.

Arturo Vivaldi procede alla nomina di Cristina Minerva come Vice Presidente dell’Assemblea e come segretaria Anna Tedone.

Per la conta dei voti il Presidente Sezionale designa le seguenti persone vedenti: Alda Lagomarsino, Daphne Cosentino, Giorgio Magnasco.

Si passa quindi alla trattazione del punto 2 all’ordine del giorno: lettura ed approvazione  del Bilancio preventivo anno 2019 con relativa  relazione programmatica.

Viene letta prima di tutto la relazione programmatica dell’anno 2019 e successivamente illustrato il Bilancio previsionale per l’anno 2019 , già reso disponibile ai soci ai sensi dell’art. 19, commi 5 e 6, del Regolamento Generale; prima della lettura del Bilancio il presidente sezionale Nicolò Pagliettini spiega che il 2018 è stato un anno molto importante perché abbiamo avuto la possibilità di usufruire del fondo

di solidarietà utilizzato per pagare l’impiegata, per l’anno che verrà si è scelto invece di non usufruirne principalmente perché, a causa del rischio di chiusura della sezione, è stato scelto di dimostrare che siamo in grado di andare avanti con le nostre forze, di conseguenza avendo sicuramente bisogno di una segretaria, è stata inserita all’interno del bilancio la voce “contributo da privati o da enti pubblici” una voce molto onerosa che servirà a coprire il suddetto costo; questo sarà possibile grazie al lavoro del consiglio che cercherà con enti pubblici o privati di portare avanti una forte sensibilizzazione per la nostra causa e, sarà possibile anche grazie ai soci, la cui presenza e partecipazione alle nostre iniziative sarà indispensabile.

Si procede pertanto con la lettura del bilancio.

Si apre il dibattito e si registrano i seguenti interventi:

  • la socia Elda Gallo chiede chiarimenti riguardo la voce “oneri di supporto generale” di Euro 9300,00 e per spiegarlo vengono letti i sottoconti i quali riguardano principalmente spese per acquisto materiali di consumo, rimborsi spese per i volontari e la loro formazione, spese per le utenze, attrezzature varie etc…
  • Arturo Vivaldi dà la parola alla psicologa e psicoterapeuta Paola Balocco la quale si presenta e

spiega di far parte di un progetto chiamato “Stessa strada per crescere insieme” che nasce dalla

collaborazione tra l’Unione Ciechi e il Consiglio nazionale dell’ordine degli psicologi. Il progetto

all’inizio è nato pensando a tutte quelle famiglie dove c’è un bambino non vedente o ipovedente

proprio perché si è riscontrato un vuoto da colmare con una serie di domande per le quali queste famiglie non trovano risposte o per le quali i genitori sono molto spaventati perché non trovano supporto, proprio su questa esigenza è stato costruito il progetto; al progetto aderiscono 180 psicologici di cui 4 in Liguria, questi 4 si renderanno disponibili presso la sede di Genova con uno sportello attivo al mercoledì mattina dove le famiglie che ne sentissero la necessità o il bisogno si potranno rivolgere e, l’idea è quella di aprirlo in futuro anche nelle altre sezioni; dal sostegno psicologico per la famiglia dove c’è un bambino con disabilità, si è aperto lo spazio a tutte quelle famiglie e persone che sentono di avere una difficoltà che vogliono provare a risolvere con la psicoterapia, quindi si è pensato di offrire questo servizio principalmente perché all’interno dei servizi Asl non c’è una figura che possa essere di supporto sia come consulenza che come psicoterapia, non solo ai genitori con bimbi disabili (per le quali dovrebbe essere garantito) ma anche all’intera famiglia quindi fratelli, parenti, oppure adolescenti e adulti che all’improvviso sviluppano un problema visivo a seguito di malattie e/o traumi. Il progetto ha anche vinto il Premio Braille 2017 come servizio innovativo ed utile e che possa effettivamente portare anche una serie di benefici a tutte le famiglie che, trovandosi a vivere un disagio a causa della disabilità del proprio figlio, possano accedere ad un servizio di questo tipo economicamente accessibile grazie ad un  prezzo calibrato nettamente inferiore rispetto allo stesso servizio effettuato privatamente.

  • Interviene Nicolò Pagliettini ringraziando la psicologa Paola Balocco e sottolineando che

               questo è un progetto davvero interessante e importante per l’Unione, poi ringraziando tutti e

               salutando deve congedarsi per motivi lavorativi.

  • Arturo Vivaldi prende la parola continuando il discorso di questo progetto dicendo che è importante agire su più campi, pertanto in Regione avrà presto un incontro con l’Assessore regionale alla sanità per introdurre questo nuovo progetto che è fondamentale perché va purtroppo incontro ad un vuoto che c’è nel sistema sanitario nazionale, per questo sarebbe molto importante interagire con le Asl di appartenenza per far conoscere queste problematiche; si vuole pertanto organizzare un convegno nei primi mesi del nuovo anno presso l’ordine degli psicologi di Genova, dove saranno presenti tutte le figure di riferimento che hanno a che fare con i distretti sanitari, i comuni etc…e che possano far conoscere questa iniziativa anche ad altre

famiglie con le stesse necessità ed esigenze dei nostri soci.

  • La socia Elda Gallo interviene chiedendo da chi è finanziato  questo progetto, Arturo Vivaldi risponde che al momento il progetto non è finanziato da nessuno, il servizio è a carico delle famiglie naturalmente a prezzi agevolati, ma l’idea è quella di lasciare in una parte del bilancio del prossimo anno una voce che riguardi proprio questo e la possibilità di andare incontro a quelle famiglie che vorrebbero usufruirne ma che non possiedono le possibilità economiche, e questo lo possono fare anche le sezioni laddove ce ne siano le possibilità. La psicologa Paola Balocco aggiunge e precisa che a tal proposito c’è stato un accordo con gli psicoterapeuti che aderiscono a questo progetto per cui le tariffe sarebbero molto accessibili, anziché i 70 euro circa che di solito vengono richiesti si potrebbero richiedere circa 40 euro per la prestazione.
  • Arturo Vivaldi dà la parola a Cristina Minerva la quale inizia dicendo che lei oltre a vivere molto intensamente la vita dei soci e, ha vissuto sempre la sezione con la stessa loro emozione, lei e i consiglieri sono molto orgogliosi di essere sempre presenti per qualsiasi problema si possa trovare sulla loro strada, ed è stata fatta la scelta di diventare sempre più una grande famiglia,

un gruppo di persone che insieme si aiutano a trovare soluzioni, e nonostante i problemi personali c’è sempre la voglia e l’entusiasmo di continuare a sentirsi in famiglia perché insieme qualsiasi difficoltà diventa sicuramente più vivibile; nella sezione di Chiavari si sta bene e c’è sempre una grande voglia di stare insieme e di condividere , non è una cosa scontata, non per tutte le sezioni è così ed è sempre molto orgogliosa di questo.

  • Arturo Vivaldi interviene dicendo che, per ribadire ciò di cui parla Cristina, la vera diversità con le altre realtà e che a noi è ben chiaro il fatto che l’Unione è rappresentata dai soci e senza i soci la sezione non sarebbe niente e per Arturo rapportarsi e lavorare con Chiavari è sempre molto piacevole ed entusiasmante; Cristina aggiunge che Arturo Vivaldi, è un Presidente molto presente, ha una vita molto impegnata ma tutte le volte che lo si chiama risponde sempre e a tutti, è un esempio per il quale non si può restare indifferenti, è una guida forte che ci sostiene nei momenti più difficili. Cristina inoltre spiega che è appena rientrata dal consiglio nazionale a Roma che si è tenuta a Palazzo Chigi, questo ci fa capire che la nostra associazione è una grandissima realtà, che ha dei riconoscimenti anche a livello nazionale, formata da persone che nonostante la propria disabilità hanno una dignità, un grandissimo rispetto di sé e questo ci fornisce tutte le carte per arrivare dove vogliamo. L’Unione è una delle associazioni più importanti a livello nazionale, abbiamo addirittura un sottosegretario che è un socio cieco che proviene dal nostro consiglio nazionale e questo è motivo di grande orgoglio; ci sentiamo molto ben rappresentati, il nostro Presidente Nazionale è sempre molto vicino alle sezioni; durante il consiglio si è parlato di bilanci, di progetti futuri, le prospettive sono sempre molto allettanti, ma si è parlato anche di problematiche quali l’accettazione della cecità, il problema degli anziani, l’inserimento dei ragazzi nelle realtà scolastiche, il lavoro dei giovani …Da parte della sede continua ad esserci la volontà di aiutare e continuare a far vivere tutte le sezioni, tutti si devono sentire rappresentati; Cristina conclude dicendo che lei è a completa disposizione per qualsiasi domanda o chiarimento e ringrazia.
  • Arturo Vivaldi ringrazia Cristina Minerva ed affronta un argomento spinoso, quello dei corsi da centralinisti che al momento rappresentano l’unico punto di accesso diretto al lavoro; spiega che è stato un anno di grandi lavori con la regione dalla quale è anche stata fatta una proposta per un corso, ma poi è risultata inefficace e priva di possibilità di sviluppo in quanto il fondo che la regione prelevava per organizzare questo corso prevedeva che il 60% dei posti fossero assicurati dopo il corso e ciò non è possibile perché il pubblico servizio non può prevedere di tenere dei posti assicurati quindi risulta del tutto impraticabile, nell’ultima assemblea regionale ne ha parlato e non ha ricevuto al momento grandi risposte pertanto bisognerà lavorare per risolvere questa problematica.
  • Interviene la socia Santa Bisazza la quale chiede se esiste una voce a Bilancio che preveda la possibilità di fare dei corsi per i soci, ad esempio di inglese, e poi ringrazia la sezione di Chiavari

dalla quale riceve sempre un grande supporto da tutti, attraverso loro ha potuto sopportare cose per le quali da sola sarebbe stata davvero in difficoltà, ringrazia anche i ragazzi del servizio civile che sono sempre molto disponibili; riguardo la domanda per i corsi risponde Cristina Minerva dicendo che c’è già in piedi un progetto per il corso di inglese che verrà sicuramente attuato nei prossimi mesi, per quanto riguarda anche altri corsi si potranno effettuare un corso di braille, che è sempre molto sostenuto da Luciano Lanfranchi, poi un corso per l’utilizzo del telefono; ci sono in progetto anche degli incontri musicali tenuti sempre dal maestro Luciano Lanfranchi, tutto dipende sempre dalle richieste e dal numero delle adesioni.

Prende la parola Luciano Lanfranchi il quale ringrazia tutta la direzione dell’Unione in tutta Italia

perché senza l’Unione, dichiara letteralmente “saremmo con le braghe per terra” e, non bisogna dimenticarsi che “l’Unione fa la forza” ma è fondamentale, esserci sempre e partecipare, condividere le situazioni degli altri anche se non ci riguardano personalmente, tutti abbiamo da condividere e se si fa del bene torna del bene. Luciano Lanfranchi vorrebbe portare l’amore per la sua arte proponendo degli incontri di musica, non per creare dei musicisti ma per avvicinarsi all’argomento e per imparare a conoscere meglio ciò che riguarda la musica e gli strumenti musicali. Inoltre Luciano Lanfranchi chiede chiarimenti riguardo all’importo di 2100,00 euro previsto nel bilancio riguardo le quote associative rilevando il fatto che gli sembra molto basso, Arturo Vivaldi spiega che ciò che è scritto in bilancio è una previsione e si fa riferimento agli importi incassati l’anno precedente.

  • Interviene Eugenia Cordani aggiungendo informazioni riguardo ai corsi che si stanno organizzando per ricordare ai soci che inizierà il corso di ballo al mercoledì sera, alle 20.30, a Rapallo presso i volontari del soccorso di S. Anna, si tratta di un corso base aperto a tutte le età e si svolgerà secondo le esigenze e le capacità del gruppo, pertanto sono aperte le adesioni.
  • Prende la parola Arturo Vivaldi il quale continua ricordando i cari amici che sono mancati

quest’anno ed in particolare Giovanni  Anfossi, Presidente della sezione di Imperia, mancato un mese e mezzo fa e l’amico Enzo Baglini, fautore di molte battaglie per la nostra associazione per tutelare la dignità delle persone; Arturo chiede ai presenti un minuto di silenzio.

  • Dopo il minuto di silenzio Arturo Vivaldi fa una breve presentazione e rinnova i suoi ringraziamenti a Luca Garibaldi che nel frattempo è arrivato all’Assemblea, il quale si presenta: ha 35 anni, originario del Tigullio, e da 3 anni è Consigliere regionale per il partito democratico in Regione Liguria ed è presente in tutte le commissioni in particolare Sanità e Lavoro, è stato contattato da Arturo Vivaldi a settembre per la questione della chiusura della sezione di Chiavari, lui gli ha spiegato come si poteva muovere la Regione per dare un aiuto e ha fornito informazioni e consigli alla sezione, poi fortunatamente non ce n’è stato bisogno, perché è stato riconosciuto il valore della sezione, che pur essendo una realtà piccola ha uno spirito di comunità maggiore e riesce a concretizzare molte più cose rispetto ad una grande realtà; ribadisce che lui e i suoi colleghi offriranno anche in futuro il loro aiuto  e si metteranno a disposizione qualora ce ne fosse di bisogno, ringrazia per il lavoro che svolgiamo riconoscendone il grande valore, e si congeda.
  • Cristina Minerva introduce l’opportunità per i soci di usufruire di una consulenza personalizzata con la Generali Assicurazioni con la quale si è scelto di avviare una convenzione che permetta ai soci ed ai suoi familiari di avere proposte allettanti, sia sotto il profilo economico che consulenziale, quindi chi fosse interessato potrà essere messo in contatto con loro.
  • La socia Elda Gallo interviene chiedendo se fosse possibile da parte dell’unione organizzare una serata o un evento completamente gratuito per i soci facendosi portavoce del pensiero di più

soci, Arturo risponde dicendo che è anche grazie ai fondi raccolti nelle varie occasioni che si permette alla sezione di restare in piedi, Cristina Minerva aggiunge che i consiglieri vorrebbero poter fare sempre eventi gratuiti ma purtroppo, scontrandosi con la realtà, si ci rende conto che non è possibile perché i contributi  esterni che arrivano sono davvero esigui e si ha bisogno a volte anche del minimo sostegno dei soci, ai quali viene richiesto solitamente un piccolo contributo rispetto alla spesa a cui si va incontro; comunque Cristina conferma che sarà prossimamente organizzato ed offerto un evento ai soci.

  • La socia Giovanna Mondelli interviene ringraziando tutti per il lavoro che viene svolto e pensa che sia giusto contribuire a volte in quanto spesso si viene aiutati senza dare nulla in cambio.
  • Il socio Emanuele Sussarello ringrazia tutta la sezione per il supporto dato e per l’aiuto che viene fornito quotidianamente dai volontari, si è legato molto ai ragazzi che sono diventati anche suoi amici, e dichiara di essere molto contento per il fatto che la sezione non verrà chiusa.
  • La socia Santa Bisazza vuole proporre di organizzare una manifestazione teatrale in dialetto genovese per la quale il ricavato verrà devoluto interamente per l’Unione.
  • Cristina Minerva ricorda la socia Silvana Mazzari, che è scomparsa quest’anno che ricordiamo tutti con molto affetto, ed esprime l’immenso affetto per tutti i soci mancati.
  • Arturo Vivaldi ringrazia tutti i soci per la forte partecipazione che riscontra sempre a Chiavari, ringrazia il suo Consiglio regionale, ringrazia i dirigenti e i volontari, non solo quelli del servizio civile ma anche quelli che gravitano per dare una mano.
  • Cristina Minerva ringrazia Arturo Vivaldi che come sempre è accanto a noi e un punto di riferimento costante, ringrazia Anna la nuova segretaria che è entrata a far parte da poco nella nostra famiglia con una volontà ed entusiasmo sempre pronti, ringrazia tutti i ragazzi che ci aiutano con il servizio civile, e ringrazia Daphne Cosentino perché il suo lavoro e presenza sono molto importanti per la sezione.

Conclusi gli interventi, viene adottata la seguente

Deliberazione n.  1

Oggetto: Relazione programmatica 2019 – Bilancio preventivo 2019 – Approvazione.

L’Assemblea della Sezione territoriale UICI di Chiavari

Preso atto:

della proposta di Bilancio preventivo per l’esercizio finanziario 2019 presentata dal Consiglio Sezionale,

resa disponibile ai soci ai sensi dell’art. 19, commi 5 e 6, del Regolamento Generale;

Udita:

la relazione programmatica per l’anno 2019 del Presidente Nicolò Pagliettini,

delibera

1)         di approvare la Relazione per l’anno 2019 nel testo seguente:

all’unanimità

2)         di approvare il bilancio preventivo dell’esercizio finanziario 2019 nella seguente formulazione:

all’unanimità

Il provvedimento, messo ai voti per alzata di mano, viene approvato con i seguenti voti:

Favorevoli 19

Contrari 0

Astenuti 0

Il Presidente dell’Assemblea, rilevato che sono stati esauriti gli argomenti all’ordine del giorno,

dichiara chiusi i lavori assembleari alle ore 11.40.

Firma il Presidente dell’Assemblea

Firma il Segretario dell’Assemblea

(triplice copia)